Fisiatria

FISIATRIA.jpg

Disponibile su appuntamento:

 

Lunedì pomeriggio

TARIFFARIO

Dott. Vittorio Sala

Istituto Clinico Beato Matteo (Gruppo San Donato)

La Medicina Fisica e Riabilitazione (Fisiatria) è una specialità medica autonoma, esistente in tutto il mondo, che si occupa del recupero delle funzioni fisiche e cognitive, delle attività incluso il comportamento, della partecipazione, inclusa la qualità della vita.

E’ così responsabile della prevenzione,della diagnosi,del trattamento e della riabilitazione delle persone con condizioni mediche di disabilità per tutte le fascie di età.

Ha un approccio olistico alle persone in stato acuto o cronico, con una particolare esperienza nel trattamento delle persone affette da problemi neurologici, muscoloscheletrici, urologici, cardiorespiratori, linfovascolari, amputazioni e disabilità dovute a dolore cronico e malattie oncologiche. I medici specialisti in Medicina Fisica e Riabilitazione usano specifici strumenti di classificazione ed effettuano trattamenti riguardanti interventi di tipo farmacologico e infiltrativo, di esercizio terapeutico e terapia fisica strumentale, di medicina manuale e di prevenzione e di educazione.

 

 

Il fisiatra e l’ortopedico: qual’è la differenza?

 

Spesso il campo d’azione dei due professionisti si sovrappone per alcune patologie ma non sono la stessa cosa. Il fisiatra si occupa del recupero funzionale per lo più negli esiti (es. interventi chirurgici ortopedici o traumatologici) o di affrontare problematiche croniche (che non riconoscono una soluzione chirurgica) attraverso la fisioterapia. L’ortopedico, invece, cura le malattie delle ossa e le articolazioni con cure mediche, chirurgiche o fisiatriche, e spesso “consegna” il paziente al fisiatra per una riabilitazione post-chirurgica, o addirittura lo indirizza prima dell’intervento per una terapia di potenziamento muscolare, che renda più facile sia l’intervento stesso, sia il decorso post-chirurgico.

Eppure le due figure sono contraddistinte da una serie di compiti anche di sostanziale portata: l’elemento più importante che può aiutarci a differenziare le due figure resta tuttavia uno ed uno solo. Se il fisiatra ha il compito di intervenire solo dopo interventi chirurgici ortopedici o traumatologici, o tutt’al più di curare problemi cronici che coinvolgono il paziente; l’ortopedico, invece, ha una specialità medica che lo pone dinanzi ai problemi tipici del sistema muscolo-scheletrico (come nel caso di ossa, articolazioni, legamenti, tendini, muscoli e nervi).

Per via della loro preparazione globale essi possiedono i requisiti per essere responsabili delle attività del team riabilitativo multiprofessionale al fine di raggiungere il risultato finale ottimale.

Si esegue:

  • visita fisiatrica

  • stesura progetti riabilitativi